Da non perdere

Da non perdere

La provincia di Modena rappresenta una realtà ricca di preziosi tesori che ama essere scoperta senza fretta, sorprendendo chi la visita con un  magico intreccio di arte, gastronomia  e motori!

duomoModena, città d'arte, racchiude, nel suo cuore antico di capitale del Ducato Estense, gioielli architettonici apprezzati in tutto il mondo. Il Duomo, dichiarato, con la torre Ghirlandina e Piazza Grande, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997, capolavoro del romanico italiano. Il seicentesco Palazzo Ducale, oggi sede dell’Accademia Militare, che ospitò la corte Estense, trasferitasi a Modena da Ferrara nel 1598. La Galleria e la Biblioteca Estense, custodi di opere d’arte di assoluto valore.

Modena è in tutto il mondo sinonimo di buona tavola. Un primato antico conquistato nel nome della genuinità, del rispetto della tradizione e della salvaguardia dei sapori.  I ristoranti propongono menu tradizionali e innovativi per il piacere di ogni palato. In tutto il territorio provinciale sono visitabili aziende agricole produttrici di Formaggio Parmigiano – Reggiano DOP, Lambrusco di Modena DOP, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, Prosciutto di Modena DOP e altri prodotti del territorio.

Modena, città natale di Enzo Ferrari, è terra di motori. Qui, nel cuore della “motorvalley” la passione per la meccanica ha una lunga tradizione e il mito della velocità è parte integrante della cultura. Auto da corsa e vetture di lusso sono entrate nella leggenda, diventando “pezzi da collezione” e portando nel mondo il nome di Modena. Oltre al nuovo Museo Enzo Ferrari di Modena a al Museo Ferrari di Maranello, nel raggio di pochi chilometri vi sono diversi luoghi legati ai motori, fabbriche, musei, collezioni private: Il Museo Stanguellini, Il Museo d’auto e moto d’epoca Umberto Panini, la collezione Righini, la Pagani Automobili, il nuovo Autodromo di Modena e nella vicina Bologna la Ducati e la Lamborghini.

Il territorio provinciale, con i suoi bei centri  offre grandi opportunità turistiche: Carpi, gioiello del Rinascimento, Nonantola con l’Abbazia benedettina, Maranello e la Ferrari, Sassuolo con il Palazzo Ducale e le vicine Terme di Salvarola, apprezzate anche per la vinoterapia, Spilamberto e il Museo del Balsamico, Campogalliano con l'originale Museo della Bilancia, Castelvetro con il suggestivo borgo e il castello di Levizzano, Vignola con la Rocca dei Contrari e le ciliegie, Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro ed il circuito delle rocche estensi,Montale con il Parco Archeologico e Museo all’aperto della Terramara e il vicino Modena Golf & Country Club.

Nell’Appennino modenese, Sestola e Fanano, prime nell’offerta degli sport invernali, Pavullo, Zocca e i numerosi borghi offrono, insieme ad un paesaggio unico, la possibilità di praticare sport, escursioni e di visitare antichi centri storici e castelli.

Tanti sono gli eventi che attraggono visitatori da ogni parte: il Festivalfilosofia , Vie Scena Contemporanea Festival, Grandezze e Meraviglie - festival musicale estense, il balletto e la prosa nei teatri di Modena  ed in particolare la stagione d’opera del  teatro comunale di Modena  intitolato al grande Maestro Luciano Pavarotti, Motorgallery,  Modena 100 ore classic coinvolgono tutti gli appassionati di motori. 


Le Località di Modena e Pianura

Le Località dell'Appennino modenese