Monumenti alla memoria

Ara dei piloti

via Santa Caterina 17, c/o giardino della scuola materna Santa Caterina - Modena - MO

L'opera si trova nel giardino della scuola materna Santa Caterina, costruita nel 1961 con i fondi raccolti da don Sergio Mantovani, parroco della chiesa adiacente e cappellano dei piloti automobilistici.

L'idea di costruire l'asilo per bambini fu del pilota ferrarista Jean Behra, che per primo donò a don Sergio una somma destinata a tale scopo. Una settimana dopo, durante una corsa automobilistica, Behra ebbe un incidente e morì.
Don Sergio continuò la raccolta di fondi presso altri piloti ed imprenditori, finchè la scuola venne costruita ed inaugurata il 3 settembre 1961.
Le aule furono intitolate a Behra e ad altri piloti deceduti e nell'atrio, su una parete, fu riportato a caratteri di bronzio un lungo elenco con i nomi dei corridori scomparsi.

Nel 1970 don Mantovani iniziò un'altra raccolta fondi per erigere un monumento ai piloti nel giardino della scuola. L'opera, realizzata da Marino Quartieri, fu inaugurata due anni dopo.

La scultura in bronzo, alta cinque metri, raffigura un'enorme ala che si slancia verso l'alto partendo da un'automobile da corsa. La macchina sembra svettare verso il cielo a tutta velocità, oltrepassando il limite del mondo rappresentato dall'emisfero sottostante.  Le lettere di bronzo disposte in circolo sulla base della scultura compongono la scritta "Ara automatariae redae gubernatorum memoriae. Mutinae MCMLXXII".

Testo tratto dal volume "Aperto anche il lunedì", AaVv, Edizioni Elis Colombini, 2010.