Musei, gallerie

Palazzo dei Musei: Biblioteca Estense universitaria e mostra permanente di codici miniati e di opere a stampe

piazza S. Agostino, 337 - c/o Palazzo dei Musei - Modena - MO - 41121

Telefono: 059/222248

Fax: 059/230195

URL: http://bibliotecaestense.beniculturali.it/

Orario:

Orari in dettaglio nella scheda.

MOSTRA PERMANENTE DI CODICI MINIATI E DI OPERE A STAMPE PRESSO LA BIBLIOTECA ESTENSE

ORARIO DI APERTURA:

La biblioteca è aperta con i seguenti orari: da Lunedì a Giovedì 8.30-19.00 - Venerdì 8.30-15.30 - Sabato 8.30-13.30- Chiusa i festivi. La mostra è visitabile al mattino dal lunedì al sabato 9.00-13.30 al pomeriggio il martedì, mercoledì e giovedì 14.30-18.00 grazie ai volontari del T.C.I.

La Biblioteca Estense Universitaria dispone di un'unica sala espositiva, la Sala Campori, che in precedenza ospitava la Mostra permanente dei codici miniati. Negli ultimi anni, sia per corrispondere ai molteplici interessi espressi dai frequentatori dell'Istituto, sia per una scelta di valorizzazione di tanta parte del patrimonio bibliografico posseduto dalla Biblioteca Estense Universitaria che rimarrebbe sconosciuto, nella Sala Campori sono organizzate mostre a carattere tematico.
Alcuni codici che rivestono particolare interesse dal punto di vista storico-bibliografico sono normalmente esposti: la Bibbia di Borso d'Este, le due carte geografiche di maggior pregio conservate nell'Istituto, la Carta Catalana e la Carta del Cantino, il De Sphaera, la Carta Castiglioni. Sono inoltre presenti il Breviario di Ercole I e il Messale di Anna Sforza.

VISITE GUIDATE

Al momento, non è possibile effettuare visite guidate perchè gli ambienti posti al primo piano, tra cui la sala mostre, risultano ancora inaccessibili.

 

 

BIBLIOTECA ESTENSE UNIVERSITARIA

ORARIO DI APERTURA:

Da Lunedì a Giovedì 8.30-19.15 - Venerdì 8.30-15.45 - Sabato 8.30-13.45- Chiusa i festivi. Orari dei servizi al pubblico in vigore dal 29 luglio al 31 agosto 2013 Prestito, Consultazione, Fotoriproduzioni, Informazioni bibliografiche: Lunedì - Sabato: 8.30 - 13.30

Martedì 9 settembre 2014 la Biblioteca Estense ha riaperto i battenti a pieno regime. Completati i lavori post sisma di riparazione e miglioramento dei locali della Galleria Estense al piano superiore di Palazzo dei Musei, anche i locali della Biblioteca sono infatti stati dichiarati nuovamente agibili.

A seguito delle scosse di terremoto del maggio 2012, infatti, anche senza aver subito danni diretti, per questioni di sicurezza la Biblioteca era rimasta in buona parte non utilizzabile, con il trasferimento degli uffici al piano terra nella sala lettura. Per il pubblico era stata allestita la sala dell’oratorio comune come sala di consultazione e, visti gli spazi limitati, la consultazione dei volumi era possibile su prenotazione. Da settembre, invece, torneranno pienamente in funzione tutti gli spazi della Biblioteca, all’interno della quale si è provveduto semplicemente a effettuare piccoli lavori di manutenzione, pulizia straordinaria e una riorganizzazione di alcuni spazi.

“Quello di Palazzo dei Musei – afferma l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Modena Gabriele Giacobazzi – è uno degli interventi più importanti su cui è impegnata la città per il post terremoto, grazie al contributo diretto della Direzione regionale dei Beni culturali. Tra gli altri interventi anche quelli a diversi edifici vincolati, come chiese comunali e il Teatro Pavarotti. L’intervento a Palazzo dei Musei – aggiunge – consentirà poi di aprire nei primi mesi del 2015 anche la Galleria Estense”.

Il direttore della Biblioteca Estense universitaria Luca Bellingeri saluta con soddisfazione la fine dei lavori: “Finalmente, a partire dal 9 settembre, la Biblioteca tornerà nei suoi spazi e alla piena funzionalità, dopo oltre due anni in cui ha comunque garantito il servizio pur se in maniera precaria e parziale a causa dei ridotti spazi”.La collezione libraria degli Estensi è nata con la famiglia principesca e ne ha sempre seguito le vicende. Costituita da un numero ragguardevole di miniature e di opere di interesse letterario, storico ed artistico fin dall'epoca del marchese Niccolò III, è stata poi impreziosita dai fasti rinascimentali di Leonello, Borso, Ercole e Alfonso, che l'hanno accresciuta di importantissimi manoscritti e di pregevoli edizioni a stampa.
Nei secoli successivi ricoprirono il prestigioso incarico di bibliotecari due grandi eruditi Ludovico Antonio Muratori e Girolamo Tiraboschi, i quali acquisirono le più importanti pubblicazioni a stampa e i più preziosi manoscritti che comparivano sul mercato europeo.
Nel 1764 Francesco III rese pubblica la biblioteca. Dopo l'unificazione nazionale venne accorpata alla Biblioteca Universitaria e si venne così a costituire quella che oggi è la Biblioteca Estense Universitaria.
Tra i materiali più preziosi custoditi all'interno della Biblioteca i Monumenta della miniatura estense, la Bibbia di Borso, la Genealogia dei Principi d'Este, il Messale di Borso, il Breviario di Ercole, la raccolta Obizzi di Catajo, i carteggi del Muratori e del Tiraboschi.

SERVIZI
La biblioteca dispone delle seguenti sale: sala consultazione, sala cataloghi, sala manoscritti, sala riviste, sala multimediale.
Per la consultazione di manoscritti è necessario fare richiesta entro le ore 13.00.
La sala multimediale è dotata di postazioni informatiche per l'accesso a Internet, per ricerche bibliografiche e per consultare Cd rom: aperta lunedì 16.00-19.00, mercoledì, venerdì e sabato 10.00-13.00. La biblioteca effettua il prestito a domicilio. E' inoltre possibile fare fotocopie, stampe e riproduzioni.

VISITE GUIDATE
E' possibile effettuare visite guidate gratuite per gruppi e per classi di scuola secondaria di secondo grado prenotando con una settimana di anticipo. L'Istituto si riserva di valutare di volta in volta la possibilità di effettuare la visita.