Musei, gallerie

Palazzo dei Musei: Biblioteca Estense universitaria e mostra permanente di codici miniati e di opere a stampe

Largo Porta S.Agostino 337 c/o Palazzo dei Musei - Modena - MO - 41121

Telefono: 059/4395711

Fax: 059/230196

URL: http://www.gallerie-estensi.beniculturali.it/biblioteca-estense-universitaria/

Orario:

Per gli orari della Biblioteca Estense Universitaria, si invita a consultare il sito: http://www.gallerie-estensi.beniculturali.it/biblioteca-estense-universitaria/in-evidenza/orari-dei-servizi-al-pubblico/

Biblioteca dinastica per antonomasia, creata per volere dei signori di Ferrara già sul finire del XIV secolo, rimane strettamente legata agli Estensi fino al dissolvimento del ducato e all'unificazione d'Italia (1860). Trasferita nel 1882 nell'attuale sede di Palazzo dei Musei come biblioteca nazionale, dal 2016 fa parte del nuovo istituto Gallerie Estensi.

La collezione libraria degli Estensi è nata con la famiglia principesca e ne ha sempre seguito le vicende. Costituita da un numero ragguardevole di miniature e di opere di interesse letterario, storico e artistico fin dall'epoca del marchese Niccolò III, è stata poi impreziosita dai fasti rinascimentali di Leonello, Borso, Ercole e Alfonso, che l'hanno accresciuta di importantissimi manoscritti e di pregevoli edizioni a stampa.

Nei secoli successivi ricoprirono il prestigioso incarico di bibliotecari due grandi eruditi Lodovico Antonio Muratori e Girolamo Tiraboschi, i quali acquisirono le più importanti pubblicazioni a stampa e i più preziosi manoscritti che comparivano sul mercato europeo.

Nel 1764 Francesco III d'Este rese pubblica la Biblioteca. Dopo l'unificazione nazionale venne accorpata alla Biblioteca Universitaria e si venne così a costituire quella che oggi è la Biblioteca Estense Universitaria.

Tra i materiali più preziosi custoditi all'interno della Biblioteca si segnalano: i Monumenta della miniatura estense, la Bibbia di Borso, la Genealogia dei Principi d'Este, il Messale di Borso, il Breviario di Ercole, la raccolta Obizzi di Catajo, i carteggi del Muratori e del Tiraboschi.

La Biblioteca Estense Universitaria dispone di un'unica sala espositiva: la Sala Campori, che ospita la Mostra permanente dei codici miniati. Sia per corrispondere ai molteplici interessi espressi dai frequentatori dell'Istituto, sia per una scelta di valorizzazione di tanta parte del patrimonio bibliografico posseduto dalla Biblioteca Estense Universitaria, nella Sala Campori sono organizzate anche mostre a carattere tematico.

Alcuni codici che rivestono particolare interesse dal punto di vista storico-bibliografico sono normalmente esposti: la Bibbia di Borso d'Este, le due carte geografiche di maggior pregio conservate nell'Istituto, la Carta Catalana e la Carta del Cantino, il De Sphaera, la Carta Castiglioni.

 

Servizi:

La Biblioteca Estense Universitaria dispone delle seguenti sale: Sala consultazione, Sala cataloghi, Sala di lettura ex Sala riviste.

Per gli orari e le modalità di visita della Biblioteca e di consultazione di testi, si invita a consultare il sito: http://www.gallerie-estensi.beniculturali.it/biblioteca-estense-universitaria/in-evidenza/orari-dei-servizi-al-pubblico/

Visite guidate:

Contattando la Biblioteca al n. 059/4395711 o inviando una mail all'indirizzo ga-esten@beniculturali.it è possibile richiedere e prenotare una visita guidata gratuita per gruppi e per classi di scuola secondaria di secondo grado.