Itinerari enogastronomici

Un piacere antico e frizzante: il lambrusco DOC di Modena

Modena - MO

bottiglia di lambrusco, accompagnato da salumi e crescentine

l Lambrusco deriva dal vitigno "labrusca", già noto agli Etruschi e ai Romani, ancor prima ai Galli Liguri.


Catone ne parla nel II sec. a.C. nel "De Agri Cultura".
Nel modenese vi sono diversi tipi di Lambrusco: quello di Modena, appunto, il Lambrusco di Sorbara, il Lambrusco Salamino di S.Croce e il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro
Nelle sue tre qualità, è un vino moderno: una spuma vivace ed evanescente, un profumo intenso e persistente, un gusto ricco esaltato da una buona acidità.
La sapiente operosità di generazioni di produttori lo hanno reso uno dei simboli della provincia di Modena.


PER CONOSCERLO:
Tutto il territorio provinciale è ricco di aziende di produzione che è possibile visitare per venire a conoscenza dei metodi di produzione, conservazione, e invecchiamento di questo vino.
Per prenotare le visite guidate è possibile rivolgersi o direttamente ai consorzi di tutela del Lambrusco:

 

Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena
Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi doc
oppure ai consorzi e soggetti preposti alla promozione turistica della zona:
Consorzio di Promozione turistica Modenatur
Strada dei Vini e dei Sapori Città, Castelli, Ciliegi
Strada dei Vini e dei Sapori della Pianura modenese Terre Piane


PER GUSTARLO:
Oltre alle numerose enoteche, osterie , ristoranti e trattorie di Modena capoluogo anche i paesi della provincia offrono l’occasione per gustare e celebrare questo vino spumeggiante .
Nel mese di Settembre proliferano le feste e le sagre dedicate al lambrusco:
a Sorbara (13 Km dopo Modena lungo la s.s. 12 del Canaletto) il secondo e terzo fine settimana del mese si tiene la “Sagra del Lambrusco di Sorbara” con spettacoli e intrattenimenti seguiti da assaggi e degustazioni.
Da qui procedendo lungo la Strada provinciale in direzione Carpi S.P.1 Sorbarese si giunge a Carpi dove il 12 Settembre si festeggia la Sagra della Lasagna e del Lambrusco, con i suoi mercatini.
Ci si può quindi spostare verso sud, attraversando nuovamente Modena e proseguendo verso Castelvetro, dove negli ultimi due fine settimana di Settembre si svolge la “Sagra dell’uva e dei Lambrusco Grasparossa”, con mostre e manifestazioni culturali ispirati alla tradizione vitivinicola.
Un altro appuntamento da non perdere è a Levizzano Rangone, a pochi chilometri da Castelvetro sulla s.p.18 di Puianello, dove, nel mese di maggio, si svolge il “Palio enogastronomico delle frazioni di Castelvetro” iniziativa di promozione del prodotto “principe” del territorio: Il lambrusco Grasparossa.

Data dell'ultimo aggiornamento: 11/04/2016