Itinerari naturalistici

Itinerario Salse di Nirano - Castello di Spezzano

Fiorano Modenese - MO

Itinerario percorribile in automobile,in bicicletta o a piedi
L'itinerario permette di raggiungere l'interessante emergenza naturalistica delle Salse di Nirano e di coniugare l'interesse ambientale a quello storico - artistico prevedendo una sosta lungo il percorso per la visita al complesso fortilizio del Castello di Spezzano, sede anche del Centro Museale permanente della Ceramica di Fiorano.
In auto: CASELLO USCITA AUTOSTRADA A1: MODENA SUD
Seguire le indicazioni per Modena, giunti al grande incrocio con la tangenziale Nuova Estense svoltare a sinistra in direzione Maranello - Abetone; proseguire fino a Pozza di Maranello.
Giunti a Pozza svoltare a dx in direzione Maranello, in centro a Maranello proseguire diritto in direzione Fiorano.
Mantenendo la strada si entra in frazione Spezzano, qui svoltare a sx per via Nirano e seguire le indicazioni per il Castello di Spezzano, via del castello, 12. se si vuole visitare il Castello.
Se si vogliono visitare le Salse, una volta giunti in Via Nirano proseguire , la via sale verso la collina costeggiando il torrente Fossa.
A Torre delle Oche si devia a destra per via delle Salse che, dopo aver superato il corso d'acqua, conduce alla riserva.
Apposite indicazioni turistiche segnalano l'area protetta sia a Spezzano sia al bivio di Torre delle Oche.
In treno e autobus: per chi si muove in treno scendere alla stazione di Modena .
Per avere informazioni sugli orari dei treni in arrivo ed in partenza da Modena contattare l'Ufficio Informazioni di Trenitalia al numero telefonico 059/832021.
La stazione ferroviaria di Modena è collegata con autobus a Spezzano, per informazioni contattare l'ATCM al numero 199 111 101

LA RISERVA NATURALE DELLE SALSE DI NIRANO
a circa 17 Km da Modena capoluogo, è estesa su una superficie di poco superiore ai 200 ettari, nella parte collinare del territorio del Comune di Fiorano Modenese, tra i corsi d'acqua Fossa e Chianca.
La parte centrale è occupata da un'ampia conca chiusa da una corona di colline che formano un anfiteatro naturale all'interno del quale troviamo prati, vigneti, lembi di bosco, specchi d'acqua e affioramenti calanchivi; sul fondo risaltano le chiazze grigie delle salse.
Con questo termine si intendono emissioni di fanghi salati e acque melmose fredde che si depositano in rilievi conici, dalla cima dei quali escono gas e sostanze bituminose; la formazione delle salse è dovuta ad acque sotterranee sospinte verso l'alto da idrocarburi, che stemperano le argille e le portano in superficie attraverso fratture del terreno.
Quelle di Nirano sono forse la più importante manifestazione di questo tipo su tutto il territorio nazionale.
Il fenomeno delle salse, localmente dette barboj per l'incessante borbottio, è stato piuttosto diffuso nella fascia collinare dell'Appennino emiliano, con maggior frequenza nelle provincie di Reggio Emilia e Modena.
Si tratta di fenomeni geologicamente effimeri e molto mutevoli: varie salse un tempo ricordate come attive sono lentamente scomparse.
Nei pressi di Nirano si trovano quelle di Montegibbio e di Sassuolo, in passato interessate da spettacolari lanci di fango e pietrame.
Manifestazioni analoghe sono presenti nell'Italia centro-meridionale, in Sicilia e in vari paesi europei ed extraeuropei; le più imponenti hanno luogo nella regione di Baku e vicino al Mar Caspio,dove i coni di fango raggiungono i 300 m di altezza.

All'interno della Riserva Naturale Regionale delle Salse di Nirano esiste un CENTRO VISITE CA' TASSI
Nel "Centro Visite" si svolgono attività finalizzate alla tutela e valorizzazione della Riserva Naturale Regionale delle Salse di Nirano, nonché studi e ricerca sui fenomeni naturali, raccolta, archiviazione ed aggiornamento delladocumentazione ,educazione e didattica ambientale, guida e supporto logistico per i visitatori, accoglienza di singoli o gruppi organizzati.
Per informazioni e prenotazioni visite guidate: Gruppo ecologico fioranese
tel.0536/831796-833276

IL CASTELLO DI SPEZZANO
Centro fortificato e residenza dei Da Spezzano, nel XII secolo, e dei Da Castello nel XIV. Divenne feudo dei Pio, signori di Carpi, nel 1935, e da allora fu una delle sedi più importanti della loro Signoria fino alla fine del 1500.
Dopo un periodo di dominio Estense, il Castello, fu infeudato ai marchesi Coccapani che lo mantennero fino al 1796.
Gli ultimi proprietari lo cedettero al Comune nel 1983.
Conserva il cortile cinquecentesco, il ponte levatorio e, nell'interno, affreschi del XVII secolo.
Interessanti e di recente restaurate la "Sala delle Vedute" e la "Galleria delle Battaglie".

Per informazioni e prenotazioni visite guidate:
Comune di Fiorano Modenese Assessorato ai Servizi e Beni Culturali e al Turismo, Via Marconi,106 41042 Fiorano Modenese
Tel. 0536/833412 - 833418, Fax 0536/832576
email cultura@comune.fiorano-modenese.mo.it
http://www.comune.fiorano-modenese.mo.it/
Servizi nella zona
Maneggi: "Rio Chianca" , Via Ghiarella 220, Spezzano di Fiorano Tel. 328/6848616
Nolo bici: solo per i clienti dell' Azienda agrituristica Pra' Rosso - Via Nuova del Gazzolo 5, loc Salse di Nirano, 335/5620874 o 339/5958617

Alloggio e ristorazione in Aziende agrituristiche
Visite ad acetaie, cantine, caseifici:
Per informazioni turistiche
IAT Tel.059/2032660 - Fax 059/2032659
email info@visitmodena.it
Per informazioni e prenotazioni
Modenatur tel.059/220022 - fax 059/2032688
email info@modenatur.it

Data dell'ultimo aggiornamento: 11/04/2016