Carpi - Altri edifici in Piazza Martiri

La basilica Cattedrale dell'Assunta
Sul fondo di Piazza Martiri si affaccia La Collegiata, ora Cattedrale, costruita per volere di Alberto III Pio all’inizio del Cinquecento. Le navate sono attribuibili a un progetto di Baldassarre Peruzzi. La decorazione delle pareti è ottocentesca e ricalca quella rinascimentale originaria. Di notevole interesse sono inoltre le numerose pale dei ricchi altari ornati di paliotti in scagliola.

L'Acetaia comunale
Già nel ‘500 l’Aceto Balsamico Tradizionale veniva prodotto dalle famiglie locali; il mosto cotto acetificato veniva fatto maturare e invecchiare in botti di legni diversi, progressivamente più piccole, dette batterie, collocate in sottotetti o soffitte per sottoporle alle escursioni termiche tra estate ed inverno.
Ogni famiglia poteva possedere una o più batterie ed era abitudine dare in dote alle giovani spose l'acetaia di famiglia. L’Amministrazione Comunale di Carpi, in omaggio a questo prodotto tradizionale, ospita l’Acetaia Comunale nel sottotetto della settecentesca sede municipale Palazzo Scacchetti.

Il Teatro Comunale
Il Teatro Comunale venne inaugurato l’11 agosto 1861 con la rappresentazione del Rigoletto di Verdi. Di particolare interesse e bellezza è la volta dalla valenza neoclassica con quattro gruppi allegorici di figure femminili che rappresentano la Danza, la Musica, la Poesia e la Prosa. Il sipario storico di Giuseppe Ugolini risale al 1861 e raffigura Orfeo che affascina la natura. Ai lati esterni del teatro sono tuttora collocati i busti di otto illustri carpigiani.
Tra i più importanti teatri storici dell’Emilia Romagna, il Comunale può ospitare circa 600 spettatori ed è inserito nella “Strada Europea dei Teatri Storici” tra i 38 Teatri europei riconosciuti per il pregio architettonico.

ComuneCarpi - 41012 (MO)

vai alla mappa

In caricamento...