Benvenuti in Transromanica, un affascinante viaggio nel tempo

"Un affascinante viaggio nel tempo attraverso il Medioevo e alle origini dell’Europa!

Benvenuti in Transromanica! Vi accompagneremo in una visita ai luoghi simbolo del Romanico Europeo e scoprirete un’epoca affascinante: il Medioevo. 

Intorno all’anno 1000 si sviluppa per la prima volta nell’Occidente medievale un linguaggio artistico comune che unisce l’intera Europa: il Romanico. Artisti di tutta Europa si lasciano ispirare dalle tradizioni di Roma e del Cristianesimo delle origini e le arricchiscono di un’impronta regionale. In architettura, pittura, musica, poesia e scienza si manifestano per la prima volta valori e schemi condivisi e una mentalità comune che perdurano tuttora. 

Le cattedrali e le chiese romaniche, cuori della vita urbana, parlano come “libri scolpiti nella pietra” e con affreschi, sculture ed incisioni si rivolgono a poveri ed eruditi in ugual misura. Da un lato, quindi, la Chiesa con le sue abbazie si pone come istanza morale, ma anche sociale ed economica predominante; al polo opposto si collocano le città come centri secolari in fase di sviluppo.

Lungo gli itinerari del Romanico Europeo percorrerete strade e vie di collegamento utilizzate da millenni per attraversare il continente.  Oggi sappiamo, infatti, che le società europee del Medioevo furono estremamente mobili, nonostante i pericoli che il viaggiare comportava.
 Migliaia e migliaia di viaggiatori si spostarono via terra e via acqua;  a cavallo per valicare montagne, con carri nelle campagne, con navi lungo le coste e attraverso i mari, con zattere lungo i fiumi, e soprattutto a piedi. “Uomini e donne, di volta in volta  con diversa intensità, come pellegrini e guerrieri, come mendicanti, prostitute, furfanti e saltimbanchi, come artigiani, come maestri e scolari, chierici, monaci e suore, come cittadini, come specialisti dell’economia, della tecnica e della cultura, mercanti, commercianti, carrettieri, architetti, orologiai, artisti e sapienti, medici e giuristi, scrittori, ambasciatori e messaggeri, come servi, come viaggiatori e quasi già turisti, come esiliati dopo aver prestato giuramento di tregua, come emigranti e rifugiati per le più varie ragioni.”, secondo lo storico Rainer Schwinges. Il viaggio medievale pone dunque le fondamenta per un’unità multiculturale e multiforme che possiamo osservare ancor oggi nelle regioni di  TRANSROMANICA, dalla Sassonia-Anhalt alla provincia di Modena e dalla Castiglia alla Serbia.

Crociate, feudatari rapaci, fortezze imponenti collocate sulla cima di remote colline e leggende arcane definiscono l’immagine comune che abbiamo del Medioevo. Mentre il mondo antico rifulge, il Medioevo viene generalmente accantonato come un capitolo oscuro della nostra storia. Così facendo si dimentica che il nostro modo di pensare, la costruzione politica dell’Europa, le idee di università e di ricerca derivano sostanzialmente da quest’epoca. Allo stesso modo, la Terra era già rotonda per gli uomini di quel tempo, come mostrano quasi tutte le immagini medievali di Cristo, che lo rappresentano con in mano una sfera come simbolo del mondo. Tale concezione era condivisa anche da importanti teologi dell’epoca, come Alberto Magno o Tommaso d’Aquino. Quando Niccolò Copernico, molto più tardi, spostò definitivamente la terra dal centro dell’universo, lo fece richiamandosi a uno scienziato medievale, Johannes de Sacrobosco. Nonostante una classe istruita molto ristretta e privilegiata, le prime università europee furono fondate già nel XXII secolo. All’epoca le lezioni erano tenute nelle piazze, davanti alle chiese, nei chiostri e sulla strada. 

Senza il Medioevo non saremmo ciò che siamo oggi”, sostiene il famoso storico Johannes Fried. Questa prospettiva modificata dovrebbe guidarci oggi nel visitare i luoghi chiave della TRANSROMANICA. 

La prima Europa sorta nel Medioevo costituisce l’origine della nostra Comunità di Stati contemporanea. Il romanico è infatti Unità nella Diversità, è mondo incantato, allegoria e regola, potere e fantasia, deformazione e ordine… il Romanico è il Medioevo, il Romanico è TRANSROMANICA!

Come discendenti di quei viaggiatori medievali  vorremmo che nel vostro viaggio alla scoperta del Romanico Europeo portaste con voi il motto degli antichi pellegrini, valido ancor oggi,   “Ultreia – Sempre avanti!”

In caricamento...