Fotografia e immagine

ARTE CONTEMPORANEA, FOTOGRAFIA E FIGURINE

Il patrimonio culturale modenese è valorizzato attraverso l’impegno di Fondazione Modena Arti Visive, centro di produzione culturale e di formazione professionale e didattica nato nell’ottobre del 2017 per iniziativa del Comune di Modena e della Fondazione di Modena, finalizzato a diffondere l’arte e la cultura visiva contemporanee e a porsi come un punto di riferimento nell’interazione fra discipline e linguaggi artistici differenti e nel dialogo fra le arti, la scienza e le tecnologie.
Grazie alla molteplicità delle sedi che gestisce e raccogliendo l’eredità delle tre istituzioni confluite in essa - Galleria Civica di Modena, Fondazione Fotografia di Modena, Museo della Figurina - Fondazione Modena Arti Visive si presenta come un distretto culturale che propone e organizza mostre e corsi di alta formazione, laboratori, performance e conferenze, valorizzando il proprio patrimonio e costruendo un sistema di reti a livello locale ed extraterritoriale volto all’arricchimento della comunità in cui opera.


FIGURINA.jpgFMAV - Palazzo Santa Margherita
(Sale espositive e Collezione Museo della Figurina)

Situato in una delle più importanti vie del centro storico di Modena, Palazzo Santa Margherita, il cui nome deriva dalla chiesa che un tempo si ergeva in quest'area, ospita, oltre a Fondazione Modena Arti Visive, anche altri servizi culturali quali la Biblioteca Delfini e l'Istituto Musicale Orazio Vecchi. Si accede alle sale di Fondazione Modena Arti Visive salendo al primo piano dove si trova la Sala Grande. Proseguendo a sinistra si accede alla scala che porta alle Sale Superiori al secondo piano. Allo stesso livello, trovano ubicazione anche parte delle collezioni di fotografia e la collezione di disegno e grafica oggi gestite da Fondazione Modena Arti Visive, che studiosi e appassionati possono visionare su appuntamento. Se dalla Sala Grande si prosegue in direzione opposta, superati biglietteria e bookshop, si accede alla scala che porta alla collezione Museo della Figurina, istituita a partire dalla donazione di Giuseppe Panini: un ampio spazio allestito con espositori concepiti come grandi album da sfogliare e una vetrina di 12 metri, che ospita anche mostre ed eventi temporanei. A Palazzo Santa Margherita, sono presenti anche due laboratori che Fondazione Modena Arti Visive mette a disposizione per le attività dedicate a bambini e ragazzi.

giardini.jpgFMAV - Palazzina dei Giardini

Voluta nel XVII secolo da Francesco I d'Este come “casino” – luogo di divertimento per la corte estense – all'interno dei giardini di Palazzo Ducale, la costruzione della Palazzina è attribuita all'architetto Vigarani. Insieme al parco, fu donata un secolo dopo dal Duca alla cittadinanza; nel corso degli anni cadde in disuso, fino a diventare nel XX secolo serra e deposito di attrezzi. Verso la fine degli anni Settanta, nell'ambito di un piano di valorizzazione del centro storico promosso dall'Amministrazione Comunale, la Palazzina è stata restaurata e riportata alla sua originaria funzione scenografica. Un successivo e recente restauro conservativo ha consentito di valorizzare ulteriormente la straordinaria qualità degli spazi, le grandi vetrate, le superfici a parete spaziose e le altezze, rendendo la Palazzina un luogo ottimale per mostre di rilievo internazionale.

mata.jpgFMAV - MATA

A due passi dalla Stazione Centrale si trova la Manifattura Tabacchi, una delle realtà architettoniche post industriali più significative per la storia del lavoro e dell'economia modenese, che rimanda alla lavorazione del tabacco attiva fin dal Seicento. La recente riqualificazione ha permesso di recuperare il complesso funzionale consentendo un passaggio pedonale che collega il centro con la via che conduce alla stazione dei treni. Al suo interno c’è lo spazio culturale denominato MATA, nato su iniziativa del Comune di Modena, oggi sede espositiva di Fondazione Modena Arti Visive.

 

SCUOLA.jpgFMAV - Scuola di alta formazione

Inaugurata nel 2011 con l’apertura del Master, la sede didattica di via Giardini si è consolidata negli ultimi anni come un vero e proprio centro di produzione e sperimentazione. Oltre alle aule la Scuola di alta formazione di Fondazione Modena Arti Visive mette a disposizione degli studenti tutte le facilities necessarie per lo sviluppo del proprio lavoro: un computer lab, una sala posa attrezzata, una camera oscura, una biblioteca e una videoteca specializzate, oltre a uno spazio coworking e un atelier espositivo a disposizione per l’allestimento di mostre e nuovi eventi.