Riportando tutto a casa

Riportando tutto a casa

Il viaggio della Vettor Pisani e la necropoli di Ancòn

La rassegna di eventi per celebrare i 150 anni del Museo Civico prosegue online, sui canali social del Museo e di Ert, per i prossimi due appuntamenti di aprile e maggio, nella speranza di ripartire con iniziative in presenza, realizzate nella cornice delle suggestive raccolte del Museo.

Gli approfondimenti tematici attorno ai passi fondamentali della storia e della crescita del Museo prendono via via forma grazie alla collaborazione tra registi, attori e sceneggiatori di ERT e i curatori del Museo, intrecciando divulgazione e pratiche performative, condivisione del patrimonio museale e coinvolgimento del pubblico attraverso nuove forme di comunicazione culturale.

Le letture teatralizzate di Simone Francia, attore della Compagnia permanente di ERT, e i contrappunti scientifici di Ilaria Pulini, antropologa della Goldsmiths University of London edirettrice del Museo Archeologico Etnologico di Modena dal 2003 al 2012, si fondono nel racconto dell’avventuroso viaggio di circumnavigazione del globo dei due modenesi Antonio Boccolari e Paolo Parenti. Imbarcati tra 1882 e 1885 a bordo della corvetta Vettor Pisani, riportarono in patria reperti raccolti nella necropoli precolombiana di Ancòn, in Perù, che non solo contribuirono all’accrescimento delle raccolte etnologiche del Museo Civico, ma ne divennero uno dei nuclei più consistenti.

La sezione etnologica, costituitasi tra il 1875 ed i primi decenni del 1900, nasce con l’intento di rendere immediatamente percepibile il nesso tra preistoria ed etnografia che, in quegli anni, è parte integrante del paradigma evoluzionista applicato allo studio delle società umane.