Visita una cantina

Visita una cantina

ll Lambrusco deriva dal vitigno "labrusca", già noto agli Etruschi e ai Romani, ancor prima ai Galli Liguri. Catone ne parla nel II sec. a.C. nel "De Agri Cultura".

Nel modenese vi sono diversi tipi di Lambrusco DOP.

Nelle sue quattro qualità, è un vino moderno: una spuma vivace ed evanescente, un profumo intenso e persistente, un gusto ricco esaltato da una buona acidità.

La sapiente operosità di generazioni di produttori lo hanno reso uno dei simboli della provincia di Modena!

Lambrusco di Sorbara DOP Noto anche come Lambrusco della viola, al palato il sapore è fresco e delicato, di corpo non molto pronunciato.

Lambrusco Salamino di Santa Croce DOP Il vitigno Salamino è il Lambrusco più coltivato del modenese. In bocca è fresco, sapido, armonico e moderatamente tannico, ideale per accompagnare qualsiasi pasto.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOP Elegante e armonico, presenta un corpo più sostenuto rispetto agli altri Lambruschi. Al palato offre sensazioni morbide, fruttate.

Lambrusco di Modena DOP Le varietà di Lambrusco indicate nel disciplinare riescono a conferire al Lambrusco di Modena note olfattive eleganti, floreali o fruttate.

Visita una cantina

Tutto il territorio provinciale è ricco di aziende di produzione che è possibile visitare per venire a conoscenza dei metodi di produzione, conservazione, e invecchiamento di questo vino.

Per visitare una cantina puoi:

Nella sezione "Esperienze dei sapori" nel nostro sito troverai tour di uno o più giorni che comprendono anche la visita di una cantina, combinata con tappe gustose per conoscere anche gli altri prodotti di questa terra.

La tua opinione su visitmodena.it è importante per noi.

Clicca qui e partecipa al sondaggio!