Via Vandelli: Le tappe dal Palazzo Ducale di Modena al Palazzo Ducale di Massa

Via Vandelli: Le tappe dal Palazzo Ducale di Modena al Palazzo Ducale di Massa

Via Vandelli: Le tappe dal Palazzo Ducale di Modena al Palazzo Ducale di Massa

Di seguito verranno elencate le tappe della Via Vandelli secondo la ricostruzione della guida di Giulio Ferrari. Per poter scaricare le tracce gpx e consultare nel dettaglio la descrizione delle tappe rimandiamo al sito della Via Vandelli.

Giulio Ferrari ha inoltre scritto la guida in formato cartaceo "Guida alla Via Vandelli", edita da Terre di mezzo e “La Via Vandelli, antica strada, nuovo cammino”, edita da Artestampa (Entrambe le guide sono acquistabili presso l'Ufficio Informazione e accoglienza turistica di Modena in Piazza Grande 14).

Per informazioni sui pernottamenti, trasporti, visite guidate e attività è possibile rivolgersi allo IAT di Modena, telefonando allo 059 2032660 o tramite mail: info@visitmodena.it

La Via Vandelli raggiunge una lunghezza totale di 175km,si arriva fino a 180km se si decide di

raggiungere Marina di Massa e arrivare fino al Mar Tirreno. La Via Vandelli raggiunge una lunghezza totale di 175km, si arriva fino a 180km se si decide di raggiungere Marina di Massa e arrivare fino al Mar Tirreno.

Prima tappa: Dal Palazzo Ducale di Modena (30m slm) a Puianello (410m slm)

La prima tappa della Via Vandelli, con partenza da Modena, inizia proprio dal Palazzo Ducale Estense in Piazza Roma. Una volta attraversato il centro storico di Modena passando per Piazza Grande, Duomo e la Torre Ghirlandina si raggiunge l’imbocco della ciclabile Modena - Vignola per poi deviare per il percorso natura del Tiepido che condurrà fino a per Torre Maina. Infine, si sale sulle prime colline modenesi fino a raggiungere il Santuario di Puianello, che rappresenta la fine di questa tappa. Questa variante escursionistica permette di evitare il traffico e l’asfalto del percorso originale.


Dettagli percorso:

distanza 27.2km, D+ 410m, D- 10m, min 30m slm(Modena), max 410m slm(Puianello), asfalto 40%(principalmente ciclabili) + sterrato 60%

Dal Palazzo Ducale di Modena (30m slm) a Puianello (410m slm)

Seconda tappa: Da Puianello (410m slm) a Pavullo(700m slm)

Continua l’attraversamento delle prime colline modenesi, tra vulcani di fango, calanchi e panorami sulle valli del Tiepido e del Panaro. In questa tappa, la Via Vandelli del 1739 in partenza da Modena si ricongiunge con la Via Vandelli del 1751 che parte dal Palazzo Ducale di Sassuolo passando per Serramazzoni per concludere la tappa al Palazzo e al Parco Ducale di Pavullo.

Dettagli percorso:

Percorso escursionistico: distanza 25.1km, D+ 850m, D- 615m, min 410m slm(Puianello), max 770m slm(Cà Bosi),

asfalto 56%(piccole strade comunali), sterrato 44%

Da Puianello (410m slm) a Pavullo(700m slm)

Terza tappa: Da Pavullo (700m slm) a La Santona (1200m slm)

Dal centro di Pavullo parte la terza tappa, che raggiunge luoghi storicamente molto importanti come il Castello di Montecuccolo, supera il borgo medievale di Monzone, percorre vie panoramiche e imbocca sentieri che conducono a luoghi molto antichi come il Ponte d’Ercole o Ponte del Diavolo, per poi attraversare Lama Mocogno e raggiungere infine La Santona.

Dettagli percorso

distanza 24.9km, D+ 975m, D- 490m, min 610m slm (Rio Giordano), max 1210m slm (Serra della Luminaria), 40% asfalto (ciclabile + strade comunali) , 60% sterrato (con sentiero c.a.i.)

Da Pavullo (700m slm) a La Santona (1200m slm)

Quarta tappa: La Santona(1160m slm)-San Pellegrino(1500m slm)

La quarta tappa si immette immediatamente nel percorso originale progettato da Domenico Vandelli che si seguirà fino a raggiungere San pellegrino in Alpe. I punti importanti da non perdere lungo il percorso sono le Capanne Celtiche, la Fabbrica, cioè l’antica osteria voluta da Vandelli costruita nel punto più ricco d’acqua e il passo del Lagadello, il punto più alto della Via Vandelli a 1620 mt di altezza che marca il confine tra Emilia Romagna e Toscana.

Dettagli percorso:

distanza 25.8km, D+ 870m, D- 515m, min 1160m slm (La Santona), max 1620m slm (Passo del Lagadello), asfalto 15% (piccole strade comunali), sterrato 85% (fondo originale lastricato + sterrato + sentiero c.a.i.)


La Santona(1160m slm)-San Pellegrino(1500m slm)

Quinta tappa: Da San Pellegrino in Alpe (1500m slm) a Poggio (450m slm)

Da San Pellegrino in Alpe con vista sulla Alpi Apuane, si oltrepassa il confine regionale per ritrovarsi in Toscana in provincia di Lucca. Molti sono i luoghi suggestivi che si attraverseranno in questa tappa: il paesino di Campori e di Pieve Fosciana, il bellissimo borgo con la rocca ariostesca di Castelnuovo in Garfagnana, a seguire la perla di Pontecosi, l’attraversamento del ponte ferroviario della Villetta per terminare la tappa a Poggio.

Dettagli percorso

distanza 25.9km, D+ 335m, D- 1395m, min 280m slm (Castelnuovo di Garfagnana), max 1500m slm (San Pellegrino in Alpe), asfalto 52% (piccole strade comunali), sterrato 48% (con sentieri c.a.i. e sterrato)

Da San Pellegrino in Alpe (1500m slm)  a Poggio (450m slm)

Sesta tappa: Da Poggio (450m slm) a Campaniletti(1450m slm)

Dal piccolo borgo di Poggio si segue quasi interamente il percorso originale settecentesco della Via Vandelli, passando per il lago di Vagli. L’antica via scendeva fino al paese di Fabbriche di Careggine che oggi è completamente sommerso dal lago; percorrendo la diga si raggiunge Vagli di Sopra che ci porterà ad imboccare la Valle dell’Arnetola seguendo la via delle cave di marmo, fino ad arrivare ad uno dei punti più spettacolari della Via Vandelli: il Passo della Tambura a 1620m con vista sulla Alpi Apuane, Massa, i promotori della Liguria, le isole e il Mar Tirreno.

Dettagli percorso

distanza 18.7km, D+ 1445m, D- 460m, min 420m slm (Mulino di Puglianella), max 1620 (Passo della Tambura), asfalto 48%, sterrato 52% (con sentiero c.a.i. e selciato originale)

Da Poggio (450m slm) a Campaniletti(1450m slm)

Settima tappa: Da Campaniletti(1450m slm) a Massa(55m slm)

Dai Campaniletti e dalla Finestra Vandelli, la piazzola di sosta voluta dall’architetto e aperta con le mine per far passare i carri, si scende lungo i tornanti della strada settecentesca, con i muri a secco fatti costruire appositamente lungo il versante della montagna e su cui passa l’antica via, che conduce fino a Resceto. Da qui seguendo il torrente Resceto seguendo le antiche mulattiere, si entra nella città di Massa fino a Piazza Aranci dove si trova il Palazzo Ducale. Per tutti coloro che vogliono terminare la Via Vandelli con un tuffo nel mar Tirreno, Marina di Massa dista solamente 5 km dal centro della città.

Dettagli percorso:

distanza 18.3km, D+ 465m, D- 1845m, min 70m slm (Massa), max 1450m slm (Campaniletti), asfalto 55% (piccole strade comunali), sterrato 45% (lastricato settecentesco, sentiero c.a.i. e sterrato)

Da Campaniletti(1450m slm) a Massa(55m slm)

La tua opinione su visitmodena.it è importante per noi.

Clicca qui e partecipa al sondaggio!