Chiesa di Santa Maria e San Claudio - frassinoro
Tema ARTE E CULTURA

Chiesa di Santa Maria e San Claudio - frassinoro

Da Rubbiano raggiungiamo Montefiorino e all’incrocio svoltiamo a destra sulla Strada Provinciale 32 per arrivare a Frassinoro. Anche il percorso della via Bibulca - il cui tracciato, da percorrere a piedi, a cavallo o in mountain bike, si snoda quasi parallelo alla strada asfaltata, per la maggior parte lontano da essa, tra boschi e prati - ci porta verso Frassinoro, il cui nome evoca il colore dorato delle chiome dei frassini che crescono in questi luoghi.

Superato il centro del paese raggiungiamo la Chiesa di Santa Maria e San Claudio, situata nello stesso punto in cui anticamente sorgeva la potente Abbazia di Frassinoro, fondata nel 1071 da Beatrice di Lorena, madre di Matilde di Canossa, la più autorevole figura femminile del Medioevo.

La Chiesa è stata ricostruita alla fine del XVI secolo dopo che incuria e abbandono furono causa di rovina dell’Abbazia. Alcuni reperti sono tuttora conservati al suo interno in uno spazio museale, altri sono stati riutilizzati nella costruzione dell’attuale edificio, del campanile novecentesco e della canonica.