Gli Estensi e l’Oriente. Commercio e politica nel Mediterraneo del Cinquecento

Gli Estensi e l’Oriente. Commercio e politica nel Mediterraneo del Cinquecento

Mostra documentaria

L’opportunità di ampliare le attività mercantili, spinse alcuni duchi, in particolare Ercole II, a guardare all’Oriente. Oltre ad inserire Ferrara nel traffico commerciale transnazionale, l’interesse verso l’Oriente fu dettato anche da nascoste quanto ambiziose strategie diplomatiche che coinvolsero da un lato i duchi Ercole II e Alfonso II, e dall’altro i sultani Solimano il Magnifico, Selim II ed i loro gran visir.

Per questa mostra è stata selezionata una ventina di documenti importantissimi e di grande valore storico, tra cui lettere del sultano scritte con inchiostro mescolato a polvere d’oro. Vi sono anche documenti più umili, indispensabili, tuttavia, per ricostruire i rapporti della Corte estense con il Levante, frutto del lavoro sottotraccia di diplomatici, agenti e ambigui mercanti che raccoglievano informazioni per entrambi gli Stati, sullo sfondo di Ragusa di Dalmazia, vero e proprio crocevia dei traffici (e dello spionaggio) dell’epoca.

Per saperne di più: https://asmo.cultura.gov.it/home

Orari

dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 13