Piazza Pomposa

Prende il nome dalla chiesa dedicata a Santa Maria della Pomposa , un tempo dipendenza della più nota Abbazia di Pomposa, presso Comacchio, fondata nel IX secolo. La piazza si presenta ancora con l'aspetto che aveva nel secolo XVIII, anche se gli spazi urbani limitrofi sono stati rivalorizzati e ospitano eventi ed attività di intrattenimento di grande interesse. Al civico 89 puoi notare "Casa Tassoni" tipico esempio di abitazione modenese rinascimentale.

Qui si trova il complesso dell’Aedes Muratoriana, che comprende la dimora in cui visse l’illustre Ludovico Antonio Muratori, intellettuale vissuto tra il ‘600 e il ‘700, considerato padre della storiografia italiana, con a fianco la chiesa di Santa Maria Pomposa tra le più antiche della città, di cui il grande studioso fu parroco dal 1716 fino alla sua morte.