Cavezzo

Cavezzo

Cavezzo è un comune della provincia di Modena situato a nord del capoluogo. Le prime notizie del 1183 riferiscono che l'insediamento più antico e importante della zona era quello di Casare, dipendente dall’Abbazia di Nonantola, ubicato dove attualmente sorge la frazione di Motta.

La prima citazione del luogo come “Cavaedicium” che appare solo nel 1322 lo colloca come parte della Corte di Roncaglia. Fino al 1796 quest’insediamento veniva classificato semplicemente come "villa" del distretto inferiore del comune di Modena. Durante l'epoca napoleonica divenne una municipalità, includendo Motta, Disvetro e Medolla e nel 1815 fu aggregata come "sezione" al comune di Mirandola. Fu solo in seguito all'Unità d’Italia, nel 1860, che divenne comune autonomo. Il terremoto del maggio 2012 ha colpito duramente questo luogo. Numerosi sono, infatti, gli edifici storici e le chiese gravemente danneggiati ed ancora inagibili anche se sono in corso progetti per il recupero completo del patrimonio artistico ed architettonico locale.

Perchè venirci

Cavezzo fa parte dei comuni della Bassa modenese, un territorio molto esteso della nostra pianura racchiuso tra i fiumi Secchia e Panaro e caratterizzato da grandi spazi coltivati, dove potrai immergerti nelle tradizioni culinarie locali vivendo gustose esperienze gastronomiche.

Da non perdere

Chiesa Parrocchiale di Sant'Egidio Abate

La Chiesa Parrocchiale di Sant’Egidio Abate sorge sul luogo dove alla fine del XII secolo si trovava un oratorio. L’attuale edificio è dei primi del Novecento.

Sulla tavola

Oltre ai prodotti tipici del territorio modenese tra i quali l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP e IGP, il Parmigiano Reggiano DOP, i Lambruschi, lo Zampone, il Cotechino e i piatti della tradizione, come la pasta fresca all’uovo, in questa zona si produce anche il Salame di San Felice dal profumo invitante e appetitoso e dal caratteristico sapore dolce. Ottenuto da carni suine selezionate provenienti esclusivamente da allevamenti locali, il suo colore rosso rubino intenso e la particolare morbidezza gli derivano dall’impasto delle carni con il Lambrusco. La sua zona di produzione e confezionamento è rappresentata esclusivamente dalle località comprese nei territori dei comuni di Camposanto, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero appartenenti alla provincia di Modena.

Nei dintorni

l'Osservatorio astronomico

Situato fuori dal centro, nella campagna disvetrese, l'Osservatorio Astronomico richiama annualmente molte centinaia di visitatori, semplici curiosi e veri appassionati, che possono servirsi delle diverse strumentazioni informatiche e dei telescopi per scrutare la volta celeste e i suoi misteri, supportati dall'attività didattica della locale associazione astronomica. Attualmente, però, l’Osservatorio è chiuso a causa dell'Emergenza Corona Virus.

Villa Delfini

Ad alcuni chilometri dal centro di Cavezzo ti segnaliamo Villa Delfini, attualmente inagibile a causa del terremoto, un bel complesso residenziale di impianto settecentesco.

In bicicletta

Come tutta la Bassa modenese, Cavezzo è interessata da numerosi percorsi ciclabili. Chi percorre l’Eurovelo 7, conosciuta anche come la “ciclabile del sole”, che collega il Polo Nord a Malta, passando anche per Modena e Mantova, può concedersi una sosta a Cavezzo per assaggiare la cucina tipica locale e visitare il territorio. Quest’importante ciclovia passa, infatti, per l'argine del fiume Secchia poco distante dalla città.

Quando venirci

Le stagioni migliori per una visita in queste zone della Bassa modenese rimangono la primavera e l'autunno per via del clima mite.

La ricerca non ha prodotto risultati.
Caricamento...