Fanano

Fanano

Fanano è un centro turistico molto conosciuto dell’Alto Frignano modenese. Situato a circa 65 chilometri da Modena, questa località, incastonata tra le vette più alte di tutto l’Appennino centro-settentrionale (il Cimone, il Libro Aperto e il Monte Spigolino) è la principale porta d’ingresso per il Parco dell’Alto Appennino Modenese.

La sua fondazione è successiva al 176 a.C. quando i Romani sconfissero le popolazioni locali dei Liguri Friniates. Nella seconda metà VIII secolo il Re longobardo Astolfo donò il territorio di Fanano e di Sestola al cognato Anselmo che, divenuto monaco, fondò il Monastero del S.S. Salvatore e l’ospizio benedettino nell’attuale Valle di Ospitale. Nel 752, fu lo stesso Anselmo a fondare a Nonantola quel monastero benedettino destinato a diventare uno dei più potenti dell'Italia, a cui fu annesso il monastero di Fanano.

La strada che collegava i due monasteri, Via Romea Nonantolana, assunse così un ruolo strategico. Tra l’XI e il XII secolo Fanano divenne l’area più rilevante del Comune Federale del Frignano. Gli anni successivi furono quelli della dominazione estense, un periodo caratterizzato da una grande espansione economica grazie ai traffici commerciali con la vicina Toscana. Nel ‘700, però, con la costruzione di Via Vandelli, una nuova arteria che collegava il territorio modenese con la Toscana, la località subì un drastico declino.

Perchè venirci

Parte del Comprensorio sciistico del Cimone, qui gli amanti della montagna e gli appassionati di sport possono trovare svariate attività da svolgere tutto l’anno. Richiamo fortissimo per i suoi visitatori sono la natura incontaminata e le affascinanti testimonianze storiche che rendono il luogo una meta di grande stimolo. Ti consigliamo di non perdere il famoso Museo della Pietra scolpita, una bellissima esposizione a cielo aperto di scultura contemporanea.

Da non perdere

Il Parco Urbano di Sculture in Pietra

Il Parco Urbano di Sculture in Pietra raccoglie oltre 200 opere realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo durante il Simposio Internazionale di Scultura su Pietra collocate nel centro di Fanano e nelle vicine frazioni.

Il centro storico

Riconosciuto “bandiera arancione” del Touring Club Italia Il centro storico di Fanano si caratterizza per la presenza di belle chiese, tra cui quella di San Giuseppe e quella di Santa Chiara, e palazzi signorili, come il Palazzo Lardi, l’edificio privato più rappresentativo, il Palazzo Monari e il Palazzo Coppi. Altri punti d’interesse sono: la seicentesca Torre dell' Orologio, con un'arcata che dà accesso ai suggestivi borghi, piazza Corsini, cuore dell'antico abitato, con al centro la fontana monumentale. La Chiesa di San Giuseppe e l’antico convento degli Scolopi

La Chiesa di San Giuseppe fu fondata nel 1619 dal conte fananese Ottonello Ottonelli insieme al convento degli Scolopi e alle annesse Scuole. Grazie al suo straordinario arredo artistico rappresenta uno dei più sfarzosi esempi barocchi dell’Appennino.

La Chiesa di San Silvestro Papa

Fondata nell’VIII secolo, è una pieve tardo romanica che è stata modificata nel ‘600.

Il Santuario della Madonna del Ponte

È un luogo di culto molto suggestivo, immerso in una natura incantevole.

Sulla tavola

Sulle tavole delle località dell’Appennino Modenese potrai trovare sapori e specialità gastronomiche uniche legate alla tradizione montanara come le crescentine, i borlenghi e i ciacci, oppure lo squisito croccante artigianale del Frignano preparato ancora oggi con la ricetta di una volta e tramandato fino a noi dai sapienti pasticceri locali. Diversi, infine, sono i prodotti tipici come i funghi, le castagne, il Mirtillo nero dell'Appennino modenese, impiegato nelle preparazioni di deliziose confetture, sciroppi, succhi e liquori.

Eventi di rilievo

La Triennale del Venerdì Santo
La rievocazione della Passione di Cristo viene messa in scena a cadenza triennale di Venerdì Santo nel centro storico di Fanano.

Festa del Mirtillo

In agosto Fanano celebra questo delizioso prodotto dell'Appennino con menu a tema, mercatini e tante iniziative.

Nei dintorni

Ospitale

Ospitale è la località dove Sant'Anselmo fondò nel 751 un ospedale per i pellegrini in cammino sulla Via Romea Nonantolana diretti in Toscana.

Fellicarolo

Fellicarolo è il piccolo borgo da cui si parte per raggiungere le splendide cascate del Doccione e il rifugio Taburri.

Il Lago Pratignano

Situato sul crinale dell'Appennino tosco-emiliano, quasi al confine con il Parco del Corno alle Scale, il Lago Patrignano è uno dei laghi più interessanti delle nostre montagne per via della sua vegetazione palustre.

Il Lago Scaffaiolo

Situato sotto la vetta del lago Cupolino, il Lago Scaffaiolo è il lago più alto dell’Appennino. È di origine glaciale ed è alimentato solo dalle acque piovane e dalle nevi. Sulle sue rive sorge il Rifugio alpino Duca degli Abruzzi, il più antico dell'Appennino Tosco-Emiliano, inaugurato il 30 giugno 1878.

Il Rifugio Capanno Tassoni

Punto di partenza perfetto per le escursioni, è anche un ottimo luogo di ristoro immerso nella natura incontaminata del Frignano. In inverno è l’ideale per gli appassionati dello sci da fondo.

Il Monte Cimone e il comprensorio sciistico

Il Monte Cimone è la montagna più alta dell'Appennino settentrionale. Qui è ospitato un importante Osservatorio meteo dell'Aereonautica Militare e un centro di ricerca del CNR. A quota 1500 metri, invece, si trova il l’affascinante lago della Ninfa. Con i suoi 50 km di piste, il Cimone è il più grande comprensorio sciistico della zona. La stazione del Cimoncino è facilmente raggiungibile dal centro di Fanano attraverso la frazione di Canevare.

Il Cimone Bike Park e altre attività sportive

Il Cimone Bike Park che si estende tra Fanano, Sestola e Montecreto, fino alla vetta del Cimone ed al lago della Ninfa, include 3 seggiovie attrezzate per il trasporto delle bici, una funivia ed un pullman con carrello portabici. Da Fanano, infatti, si snodano interessanti percorsi per gli amanti della mountain bike ma anche dell'escursionismo, del trekking, l’orienteering, delle passeggiate a cavallo. I torrenti del territorio possono sono utilizzati per la discesa in canoa.

Il Palaghiaccio

In pieno centro del paese, il Palaghiaccio è dotato di una pista di dimensioni olimpioniche. In inverno è un punto di ritrovo per passare un pomeriggio in modo un po’ diverso. Nel periodo estivo diventa Palaroller.

Quando venirci

Fanano è sicuramente una località da godersi in ogni stagione.

Scopri di più