Parco archeologico e Museo all'aperto della Terramara di Montale
Tema ARTE E CULTURA

Parco archeologico e Museo all'aperto della Terramara di Montale

Le Terramare erano villaggi dell'età del bronzo sorti in Emilia e nella zona centrale della Pianura Padana attorno alla metà del II millennio a.C. Gli insediamenti erano dotati di fortificazioni artificiali costituite da alti terrapieni rinforzati da palizzate in legno e circondate da fossati con acqua. Le capanne erano spesso costruite su piattaforme sostenute da pali, simili a quelle delle palafitte, ma collocate sulla terraferma e non su bacini lacustri, un sistema per isolarle dall'umidità del terreno. Le abitazioni, realizzate con terra e legno, venivano spesso ricostruite e di conseguenza strati di macerie si accumulavano uno sull'altro dando luogo a vere e proprie collinette.

Nel corso dell'800 la terra che formava le collinette venne utilizzata come concime; queste cave di terriccio si chiamarono terre "mare" o "marne". Gli studi hanno messo in luce che le Terramare furono l'espressione di una società piuttosto ricca e tecnologicamente e culturalmente avanzata che scomparve intorno al 1200 a.C, a causa di fattori economici e sociali, ma anche e soprattutto, ambientali.

Il Parco Archeologico di Montale (23.000 mq.) comprende un'Area archeologica e un Museo all'aperto. L'area archeologica è visitabile grazie ad una struttura coperta che permette di visitare gli scavi e "leggere" direttamente sul terreno le tracce di oltre quattro secoli di vita del villaggio. In una zona attigua all'area archeologica, il Museo all'aperto propone una ricostruzione a grandezza naturale di una parte del villaggio, comprendente il fossato, il terrapieno con palizzate difensive, la porta di ingresso al villaggio e due grandi case ricostruite filologicamente grazie ai dati provenienti dagli scavi. L'interno delle case è arredato con supellettili, vasellami, utensili, armi, copie perfette degli originali.

Orari

Dal 5 settembre al 1° novembre, tutte le domeniche e nelle giornate festive, il parco archeologico propone visite guidate, dimostrazioni e laboratori per il pubblico.

Nelle giornate di apertura, la Terramara osserva l’orario 9.30 - 13.30 e 14.30 - 18.30 (ultimi ingressi alle 11.45 e 17.30).

Le visite sono guidate si svolgono con partenza ogni 45 minuti e nel rispetto delle disposizioni anti-Coronavirus; si consiglia la prenotazione telefonica (335 8136948, dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì, e 059 532020 negli orari di apertura del Parco); via mail, scrivendo a museo@parcomontale.it e assicurandosi di ricevere conferma; online tramite l’app ioPrenoto.

Tariffe

7 euro intero, ridotto 5 euro dai 6 ai 13 anni, gratuito fino a 5 anni e dai 65 anni (sconto del 50% ai possessori della fidelity card del Parco).

Per informazioni e prenotazioni chiamate il numero 335 8136948 o scriveteci via mail a museo@parcomontale.it.