Tra Modena e le Terre di Castelli
Itinerario

Tra Modena e le Terre di Castelli

Un viaggio nell’arte e nel gusto
Trasporti
KM90

Dedicato agli appassionati d’arte che apprezzano la buona tavola: l’itinerario che ti stiamo per proporre è perfetto per chi vuoi conoscere le bellezze storico-culturali del territorio modenese e contemporaneamente ama viaggiare per gusto, sapendo che Modena è la meta ideale per farlo.

Ecco tutte le tappe di un viaggio unico nell’arte e nel gusto!

Prima giornata: mattino

Il nostro itinerario inizia dal centro città dove si trova il complesso romanico medioevale di rara bellezza, dichiarato nel 1997 dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell'Umanità, composto da: Duomo, Torre Ghirlandina e Piazza Grande.

Un luogo dall'atmosfera antica che colpisce per l’imponenza, l’eleganza e il grande valore storico. Prenditi il tempo per ammirarne i dettagli, lasciandoti stupire dalla maestria di chi ha realizzato l’opera. Gioiello dell’arte romanica di rilevanza internazionale, il Duomo di Modena stupì gli uomini del tempo e tuttora continua a stupire. Al suo fianco svetta fiera l’elegante Torre Ghirlandina simbolo della città che tutti i modenesi amano. Non lontano dall’ingresso della Ghirlandina, si trovano i Musei del Duomo la cui visita completerà la tua esperienza del sito. Una volta visitate le diverse stanze del museo, potrai proseguire nell’adiacente Palazzo Comunale, sede del Municipio dall’epoca medioevale, dove potrai ammirare le belle sale storiche e visitare l’Acetaia Comunale, curata dalla Consorteria dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, che ospita numerose batterie di botticelle del prezioso Aceto Balsamico Tradizionale.E ora pensiamo al pranzo, prossima fermata: Mercato Storico Albinelli!
Entra dal suo ingresso principale in via Albinelli respirando il fermento della quotidianità, passeggia tra i banchi osservando le specialità proposte. Ascolta il vociare della gente e fermati per pranzo in uno degli accoglienti ristorantini che propongono sia degustazioni veloci sia piatti da assaporare con calma ad un tavolino.

Itinerario

il Duomo

Simbolo della vita di fede e di culto della comunità cristiana modenese, nonché “casa” di San Geminiano, il Santo Patrono della città, quest’incredibile architettura viene definita un "libro di pietra" per il suo stupefacente apparato scultoreo che narra attraverso immagini le storie della Bibbia e dell'uomo.

il Duomo
il Duomo
il Duomo

Prima giornata: pomeriggio

Finito di pranzare, parti ora alla volta della bella campagna del territorio di Castelnuovo Rangone, patria del maiale, per visitare il MUSA – il Museo della Salumeria, il primo museo in Italia dedicato all’arte di fare salumi. Al suo interno grazie ad una completa esposizione multimediale potrai rivivere la storia della gente del territorio che nel tempo ha sviluppato e perfezionato prodotti salumieri di grande qualità, creando un distretto gastronomico importante, grande vanto per l’intera nazione.

In alternativa, opta per una visita ad un prosciuttificio dove è prodotto il Prosciutto di Modena DOP, un prosciutto crudo dal profumo dolce e intenso e dal sapore sapido ma non salato. Se ti serve un consiglio su dove andare, contattaci, saremo lieti di indicarti la soluzione migliore in base alle tue esigenze. Sulla strada potrai fare, poi, una breve fermata a Montale dove si trova il Parco archeologico e Museo all'aperto della Terramara di Montale. Pronto a fare un viaggio nel tempo? Attenzione però: il parco è aperto solo in certi periodi dell’anno, ti consigliamo quindi di verificarne gli orari. Infine, terminato questo viaggio nella remota preistoria, potrai riprendere il tuo itinerario del gusto alla volta del meraviglioso mondo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena facendo visita ad un’acetaia. La scelta è ovviamente molto ampia, perché sul territorio sono svariate le realtà che producono quest’eccellenza. In alternativa potresti visitare il Museo del Balsamico Tradizionale a Spilamberto, dove potrei scoprire tutti i segreti di questo soave elisir di cui nessun’altra cucina al mondo può vantarsi. Qui conoscerai tutte le fasi della sua produzione, dalla scelta dei vigneti, alla costruzione delle botti, alla vendemmia, alla pigiatura, alla cottura del mosto fino ad arrivare all'acetaia. Attraversando le sale del museo, ti renderete presto conto della complessità della preparazione di questo prodotto così unico e speciale, nato nelle nostre terre da consuetudini tramandate fino ad oggi di generazione in generazione.

Itinerario

il MUSA

Al suo interno grazie ad una completa esposizione multimediale potrai rivivere la storia della gente del territorio che nel tempo ha sviluppato e perfezionato prodotti salumieri di grande qualità, creando un distretto gastronomico importante, grande vanto per l’intera nazione.

il MUSA
il MUSA
il MUSA

Seconda giornata - mattino

Inizia la giornata con una visita ad un caseificio dove nasce il Formaggio Parmigiano- Reggiano la cui zona di produzione comprende anche la Provincia di Modena oltre a quelle di Parma, Reggio Emilia e una parte di quelle di Mantova e Bologna.

Tornando all’uva, in questa zona non si produce solo aceto balsamico, anzi, probabilmente il prodotto principe derivato dalla sua lavorazione è il vino, che dalle parti di Modena è sinonimo di Lambrusco. Spostiamoci, quindi, nella vicina Castelvetro, zona di produzione del Lambrusco Grasparossa Dop, precisamente nella frazione di Levizzano, per far visita a Rosso Graspa – il Museo del Vino e della Società Rurale, situato all’interno del castello.

Terminata la visita al museo, non mancare di fare una sosta, magari per il tuo pranzo, nella bellissima Castelvetro.

Dopo aver pranzato, metti in programma qualche ora per visitare una delle cantine del territorio e conoscere tutti i segreti della produzione del Lambrusco, prodotto nel territorio modenese, in 4 DOP: Grasparossa di Castelvetro, Sorbara, Salamino di Santa Croce e Modena.

La prossima tappa del nostro itinerario ci porta a Vignola, la Città delle Ciliegie. Attraversando le dolci colline delle Terre di Castelli, così denominate per la presenza di numerosi antichi insediamenti e roccaforti medievali, arriverai alla città della Rocca una splendida architettura quattrocentesca assolutamente da visitare. L’atmosfera è suggestiva: un tuffo nel passato è garantito!

Infine, ricorda di non lasciare Vignola senza aver assaggiato prima la sua famosa Torta Barozzi una torta artigianale a base di cioccolato fondente, caffè decaffeinato, mandorle ed altro, di antica tradizione dolciaria, che ha reso famosa la città!

L'ultima tappa del viaggio sarà l'affascinante borgo di Savignano sul Panaro.

Ecco, quindi, un bell’itinerario pieno di tappe interessanti che ti porterà alla scoperta di luoghi di grande valenza storico-culturale tra Modena e le Terre di Castelli e ti farà conoscere le nostre eccellenze. La lista delle cose che si possono fare sul nostro territorio può essere davvero lunga, per questo ti suggeriamo di rivolgerti a noi anche solo per un consiglio, saremo felici d’individuare insieme a te l’opzione migliore per il tuo viaggio.

Itinerario

Il parmigiano Reggiano

Come si fa il Parmigiano - Reggiano: Il Parmigiano-Reggiano non si fabbrica, ma “si fa”, oggi come otto secoli or sono, con gli ingredienti essenziali e genuini: il latte pregiato della zona tipica, il fuoco e il caglio, con i buoni metodi antichi, con l’arte e la sapienza del casaro. E poi invecchia naturalmente per due anni e più; e anche questo è lavoro perché bisogna pulire e rivoltare le forme, curarle, sorvegliarle e controllarne giorno per giorno la conformità al rigoroso standard di affinamento.

Il parmigiano Reggiano
Il parmigiano Reggiano
Il parmigiano Reggiano

Seconda giornata - pomeriggio

Dopo aver pranzato, metti in programma qualche ora per visitare una delle cantine del territorio e conoscere tutti i segreti della produzione del Lambrusco, prodotto nel territorio modenese, in 4 DOP: Grasparossa di Castelvetro, Sorbara, Salamino di Santa Croce e Modena.

La prossima tappa del nostro itinerario ci porta a Vignola, la Città delle Ciliegie. Attraversando le dolci colline delle Terre di Castelli, così denominate per la presenza di numerosi antichi insediamenti e roccaforti medievali, arriverai alla città della Rocca una splendida architettura quattrocentesca assolutamente da visitare. L’atmosfera è suggestiva: un tuffo nel passato è garantito!

Infine, ricorda di non lasciare Vignola senza aver assaggiato prima la sua famosa Torta Barozzi una torta artigianale a base di cioccolato fondente, caffè decaffeinato, mandorle ed altro, di antica tradizione dolciaria, che ha reso famosa la città!

L'ultima tappa del viaggio sarà l'affascinante borgo di Savignano sul Panaro. Se invece vuoi proseguire, magari rimanendo un giorno in più, consigliamo una visita anche al Castello di Guiglia, a pochi chilometri da Vignola. Potrai gustare i sapori dell'Appennino e godere di un panorama stupendo!

Ecco, quindi, un bell’itinerario pieno di tappe interessanti che ti porterà alla scoperta di luoghi di grande valenza storico-culturale tra Modena e le Terre di Castelli e ti farà conoscere le nostre eccellenze. La lista delle cose che si possono fare sul nostro territorio può essere davvero lunga, per questo ti suggeriamo di rivolgerti a noi anche solo per un consiglio, saremo felici d’individuare insieme a te l’opzione migliore per il tuo viaggio.

Itinerario

Il lambrusco

Una visita in cantina non può mancare tra le tue esperienze sul territorio modenese: calcola che può durare da 1 a 2 ore, in base alla tipologia di azienda e di prodotti, e può essere gratuita o a pagamento. Se hai bisogno di consigli per pianificarla al meglio, contattaci, saremo felici di aiutarti.

Il lambrusco
Il lambrusco
Il lambrusco
Contattaci

Questa è una proposta d’itinerario pensata per combinare insieme la scoperta di luoghi di grande interesse culturale e artistico e il piacere della buona tavola. Abbiamo cercato di dare tanti spunti interessanti, ma anche suggerimenti aperti per cui, se necessiti di un consiglio non esitare a contattarci.

La tua opinione su visitmodena.it è importante per noi.

Clicca qui e partecipa al sondaggio!